Pizzoccheri alla Valtellinese

I pizzoccheri della Valtellina sono una varietà di pasta preparata con farina di grano saraceno miscelata con altri sfarinati. Simili alle tagliatelle, ma di colore grigiastro, i pizzoccheri sono un piatto tradizionale della Valtellina. Nel 2016 il prodotto ha ottenuto dall’Unione Europea il riconoscimento di indicazione geografica protetta (IGP).

“Pizzoccheri” di Baffi Alimentari

I pizzoccheri alla valtellinese sono un piatto di umili origini, la cui ricetta tradizionale prevede che i pizzoccheri siano cotti insieme alle patate e alle verdure di stagione, come verze, biete, coste o fagiolini e conditi poi, a strati, in una pirofila calda, con un formaggio locale tipo il bitto o il casera e tanto burro fuso aromatizzato con aglio. È un primo piatto, ma poiché è molto sostanzioso, qualcuno preferisce mangiarlo come piatto unico; un piatto della domenica da gustare in famiglia o con gli amici. Noi di Baffi Alimentari li vendiamo in comode vaschette da usare anche in microonde.

Storia dei Pizzoccheri

Nati nel 1500, i pizzoccheri furono il pane quotidiano degli abitanti della Valtellina, insieme alla polenta taragna (sempre di grano saraceno) fino a quando non varcarono i confini valtellinesi nella seconda metà del 1900 per spopolare in tutta Italia. E ancora a tutt’oggi i pizzoccheri sono uno dei piatti che suscita più interesse e curiosità tra i primi piatti italiani.

Prezzo al Kg

14,00€/kg

Ingredienti

Pizzoccheri della Valtellina I.G.P. (Farina di grano saraceno, Farina 0), formaggio, patate, verza, coste, burro, aglio, salvia, sale

Conservazione

in frigorifero entro 4 giorni dall’acquisto